Seguici su

Villeggendo 2024: Luca Bizzarri il 16 giugno e Oscar Farinetti il 13 luglio

Pubblicata il 10/05/2024
Dal 16/06/2024 al 13/07/2024

Domenica 16 giugno e sabato 13 luglio 2024 la Città di Montegrotto Terme ospiterà in piazza Roma tre appuntamenti del noto festival letterario "Villeggendo".

Il Festival, giunto alla sua nona edizione, è ambientato nella cornice unica delle ville venete, dimore che non hanno eguali nel mondo. Bellezza e Parola sono il collante che tiene insieme questa rassegna, che si svolge in tutto il Veneto nell'arco di più di due mesi.

Domenica 16 giugno, alle ore 21:00 con ingresso libero, Luca Bizzarri presenterà "Non hanno un amico", dialogando con Alberto Gottardo.
"Ci autodistruggeremo per merito, non per caso, non per accidente. Ci autodistruggeremo perché un giorno un Salvini di turno penserà: Ma come mai nessuno ha mai schiacciato questo pulsante qui? Ah, non posso schiacciarlo? Non posso?, e l’umanità verrà disintegrata con un grosso sospiro di sollievo delle civiltà extraterrestri, che vivevano nel terrore che di questo passo la nostra pirlaggine minacciasse l’esistenza dell’intero universo." Non hanno un amico quelli che pensano che la chat "Prima comunione" sia il loro personale corner di Hyde Park. Non hanno un amico quelli che si scandalizzano per il doping nello sport e poi si imbottiscono di Cialis. Non hanno un amico quelli che invocano i RIS di Parma per scoprire chi ha sparato alla nutria Ciccio. Insomma, non hanno un amico tutti coloro che pensano di avere la verità in tasca, invece che un pugno di dubbi inframezzato da qualche incertezza. Quindi la gran parte di noi, tutte le volte che siamo così soli da non avere la possibilità di confrontarci con qualcuno a noi vicino per un breve consulto prima di fare o dire una solenne stupidaggine.

Luca Bizzarri (Genova, 1971), ottimo attor comico di natali genovesi, da alcuni anni osserva e ragiona a voce alta sui protagonisti e sugli accadimenti della società contemporanea. Lo fa attraverso un podcast molto amato e largamente diffuso, applicando la rigorosa legge della satira: rovesciare sempre il punto di vista che va per la maggiore e che spesso collima con quello di noi gente comune.
Con tutta l'energia della sua vis satirica, Bizzarri ci porta a ridere di noi stessi, delle nostre debolezze, dei nostri tic, mettendoci davanti a uno specchio che all’inizio pare deformante, ma che invece ci restituisce quell’immagine di noi stessi che rifiutiamo di vedere.
Luca Bizzarri è quello della famosa coppia comica Luca e Paolo. Attore comico, ha al suo attivo tour teatrali e una decina di film commedia. Per Mondadori ha pubblicato con grande successo Disturbo della quiete pubblica.

Sabato 13 luglio, alle ore 21:00 con ingresso libero, Oscar Farinetti presenterà "10 mosse per affrontare il futuro - Una via nuova attraverso il piacere e la bellezza", dialogando con Alberto Gottardo.
L'autore costruisce una potente variazione sul tema delle «ricette per il successo», rinnovandolo e arricchendolo per creare una sinfonia di storia e storie, la sola capace di ispirarci e muoverci all’azione e al cambiamento.
Questo libro è un ponte. Unisce il passato, quello di tutti, e il futuro, quello di ciascuno. In un mondo incerto e competitivo, spazzato da venti di guerra, crisi politiche ed emergenze, spesso l'avvenire fa paura, ma c'è un modo preciso per non lasciarsene sopraffare: progettarlo, giorno per giorno, seguendo dieci semplici mosse. Lo dimostra un testimone d’eccezione: Leonardo Da Vinci, che le aveva già previste e provate tutte e che non a caso era un genio. A lui Oscar Farinetti si rivolge come interlocutore ideale per dare autorevolezza ai suoi dieci consigli, e a lui, in cambio, racconta a sua volta alcune storie. Quella dei giovani rivoluzionari del maggio '68 che immaginarono il futuro e quella di Marilyn Monroe che non riuscì a costruirselo; quella di Che Guevara che tentò di cambiarlo e quella di Andy Warhol che volle trasfigurarlo, o di Miles Davis che riuscì a colorarlo. E altre ancora, per finire con una riflessione su ciò che letteralmente lo alimenta, il futuro: il cibo, che unisce tradizione e innovazione, piacere immediato del gusto e valore permanente della sapienza gastronomica. Le dieci mosse suggerite da Farinetti sono passi di una costruzione che non si improvvisa e che non si compie da soli: occorre un'intelligenza collettiva che può nascere solo da una profonda cultura condivisa. Così, con le note dell'esperienza e della passione, del talento e dell'ironia, l'autore costruisce una potente variazione sul tema delle «ricette per il successo», rinnovandolo e arricchendolo per creare una sinfonia di storia e storie, la sola capace di ispirarci e muoverci all'azione e al cambiamento.

Imprenditore e dirigente d’azienda italiano, Natale Farinetti (detto Oscar) è figlio del partigiano, imprenditore e politico Paolo Farinetti. Ha fondato la catena Eataly, ed è l'ex proprietario della catena di grande distribuzione UniEuro, fondata nel 1967 dal padre. Con il ricavato della vendita di UniEuro nel 2004 dà vita a una nuova catena di distribuzione alimentare, Eataly, ispirata ai principi fondanti di Slow Food di Carlo Petrini. A febbraio 2013 Eataly conta filiali in Italia, in Giappone e una a New York. Nel 2003 acquista e segue la ristrutturazione del Premiato Pastificio Afeltra di Gragnano (NA) del quale poi diventa amministratore delegato. Nel 2011 Farinetti promuove il viaggio in barca a vela da Genova a New York 7 mosse per l'Italia, al quale partecipa insieme al navigatore Giovanni Soldini. Dal viaggio verrà tratto un libro omonimo. Nel 2012 è stato insignito del Premio Scanno per l'alimentazione per aver dimostrato di saper coniugare attività imprenditoriale ed attenzione verso l'ambiente ed il sociale. Nel 2023 esce per Solferino, 10 mosse per affrontare il futuro.

Per maggiori informazioni: www.villeggendo.it.


Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto